xPizza One: la “stampante 3D” per la pizza

xPizza One è un robot automatico che sfrutta una tecnologia molto simile a quella di una stampante 3D per produrre la pizza: è possibile scegliere tra 23 condimenti diversi.

Giorno dopo giorno, stanza dopo stanza, i robot sono entrati nelle nostre case. Oggi esistono automi capaci di svolgere qualsiasi mansione domestica, dalla pulizia alla cucina passando per l’assistenza agli anziani e l’intrattenimento. La categoria più “popolosa” è quella dei cosiddetti robot aiutanti. Si tratta di dispositivi elettronici intelligenti progettati per assistere gli umani nello svolgimento di compiti meccanici come lavare i vetri, mettere ordine nell’armadio o preparare la cena. Proprio in cucina, i robot danno il meglio di sé e si dimostrano creativi e talentuosi come i cuochi in carne ed ossa. La start-up Xrobotics, ad esempio, ha sviluppato un robot pizzaiolo davvero unico nel suo genere. XPizza One funziona come una stampante 3D. Solo che l’inchiostro è l’impasto: un dipendente “carica” i condimenti e un vassoio di filatura meccanica assicura un’equa distribuzione di salsa, formaggio e salumi. XRobotic può produrre fino a 150 pizze all’ora. Può preparare fino a 23 diversi gusti e si può scegliere tra tre diverse dimensioni di pizza (25cm, 30cm, 35cm). I progettisti hanno già ricevuto 400 preordini e hanno intenzione di distribuire xPizza One in 50 località di tutto il mondo entro il prossimo anno.

Leggi anche —> E’ in arrivo MarsCat: il gatto robot che miagola e fa le fusa

xPizza One: la “stampante 3D” per la pizza

xPizza One non è il solo “robot pizzaiolo” disponibile sul mercato. BeeHex – un’azienda americana specializzata in stampanti 3D – ha creato un automa che è in grado di preparare 12 pizze in meno di 5 minuti. Non solo semplici margherite: grazie al sistema pneumatico di cui dispone, Chef 3D può mixare 10 ingredienti e sfornare anche pizze senza glutine. Se invece abbiamo voglia di un’insalata, possiamo affidarci a Sally. Si tratta di una macchina intelligente capace di preparare centinaia di tipi diversi di insalate. Sally è stata progettata da Chowbotics, una delle principali aziende di robotica che operano nel settore della ristorazione. Il robot può lavorare un singolo prodotto alla volta oppure unire i vari ingredienti dell’insalata e comporre fino a 20 insalate contemporaneamente. Alcuni ristoranti e catene di fast food in California e in Texas hanno già stipulato degli accordi con Chowbotics per mettere alla prova Sally nelle loro cucine.

Potrebbe interessarti anche —> A Milano il barman robot che prepara i cocktails in 30 secondi

Exit mobile version