Le notizie più lette della settimana: 15 maggio

Le notizie più lette dell’ultima settimana: l’anello che trasforma il calore in energia, il ban di Google alle lauree tradizionali e Lumus Maxima

Quali sono le notizie più lette dell’ultima settimana? Quali sono stati i trending topics nel mondo dell’innovazione? Di cosa si è parlato sui social network di tutto il mondo? Per rispondere a queste domande, abbiamo selezionato le notizie che, nell’ultima settimana, ha avuto maggiore visibilità sul nostro portale e hanno acceso la curiosità dei nostri lettori.

Le notizie più lette della settimana

L’anello che trasforma il calore corporeo in energia elettrica

Esiste una fonte di energia 100% green, totalmente rinnovabile e sempre disponibile dovunque andiamo. Anche al Polo Nord o nei meandri più sperduti della foresta amazzonica. In effetti, si potrebbe dire che questa energia è sempre “dentro di noi”. Non stiamo parlando dell’energia interiore o di qualche pseudoscientifica forza spiritica. Stiamo parlando (molto più “banalmente”) del calore corporeo. In effetti, il corpo umano sviluppa calore per sopravvivere e svolgere le sue normali funzioni vitali. Molta di questa energia finisce però “sprecata” perché viene smaltita dal corpo attraverso la traspirazione cutanea e il calore. Ecco allora che un team di scienziati dell’Università del Colorado ha avuto l’idea di provare a catturare il calore del corpo umano e trasformarlo in energia elettrica. LEGGI L’ARTICOLO 

Google vuole abolire le lauree: saranno “sostituite” da certificati di 6 mesi

Importanti novità in casa Google. Il colosso del web ha annunciato la sua volontà di abolire le lauree tradizionali, sostituendole con i propri certificati di apprendimento. La notizia arriva direttamente dal blog ufficiale del motore di ricerca più utilizzato al mondo. I certificati di apprendimento o carriera sono documenti rilasciati dagli esperti di Google a chi frequenta con successo dei corsi online della durata di circa 6 mesi. Si tratta di lezioni tenute da esperti che affrontano argomenti molto tecnici con un approccio estremamente pratico. I corsi riguardano materie come la programmazione web, l’analisi dei big data, la progettazione di un’interfaccia utente, la gestione dei social network e la creazione di campagne pubblicitarie online. LEGGI L’ARTICOLO

5 liceali fondano una start-up per la vendita di luci LED: è un successo

“In un momento buio come il lockdown, abbiamo aperto un negozio di luci a LED”. E’ con queste parole che cinque studenti del Liceo Scientifico di Sesto Calende (in provincia di Varese) ci presentano il loro progetto Lumus Maxima. Si tratta di un negozio online per la vendita di LED basato sul dropshipping, un modello di vendita molto diffuso online. In pratica, grazie al dropshipping il venditore vende un prodotto al consumatore senza possederlo materialmente nel proprio magazzino. Funziona così. Una volta effettuata la vendita via web, il trasmette l’ordine al suo fornitore che in questo caso viene chiamato “dropshipper”. Quest’ultimo, a sua volta, spedisce il prodotto direttamente all’utente finale che ha effettuato l’ordine online. LEGGI L’ARTICOLO

Exit mobile version