E’ in arrivo la “super luna rosa”: come, quando e dove vederla

Nella notte tra il 27 e il 28 aprile sarà possibile ammirare in cielo una stupenda “super luna rosa”: si tratta un fenomeno astronomico molto raro e davvero emozionante

Pronti ad alzare gli occhi al cielo? Nella notte tra martedì 27 e mercoledì 28 aprile 2021, nell’emisfero settentrionale potremo assistere ad un fenomeno astronomico davvero unico nel suo genere. Si tratta di quelle che gli appassionati hanno affettuosamente ribattezzato “super luna rosa”. In pratica, il nostro satellite apparirà molto più grande e molto più vicino di quanto sembra normalmente. Gli esperti dell’Unione Astrofili Italiani hanno stimato una differenza di dimensioni del 15%. Questo effetto ottico è dovuto al fatto che stanotte la Luna si troverà nella fase di plenilunio (luna piena) e contemporaneamente in perigeo (nel punto più vicino alla terra, ossia “a soli” 357.378 km). Questa coincidenza si ripete ogni primavera. Non a caso, la super luna ed è definita “rosa”: essa compare ogni anno alla fine dell’inverno, proprio quando sboccia il fiore della rosa selvatica.

Potrebbe interessarti anche → 1500 droni formano un QR Code gigante nel cielo di Shanghai (VIDEO)

E’ arrivata la “super luna rosa”: come, quando e dove vederla

Stanotte la luna sembrerà molto più grande e molto più vicina al nostro Pianeta. Lo spettacolo è garantito e per osservarlo basterà alzare gli occhi al cielo dopo il tramonto. Per godere appieno della super luna rosa, l’astrofisico Gianluca Masi – responsabile del Virtual Telescope Project – consiglia “di osservare il nostro satellite al crepuscolo, perché è molto suggestiva la visione della Luna piena che sorge al calar del Sole, in direzione opposta alla nostra stella. La ragione è che la luce residua del crepuscolo permette di godere anche della visione del contesto terrestre circostante, con il nostro satellite che sorge alle spalle di paesaggi naturali o celebri monumenti. In piena notte, invece, il bagliore della Luna piena è tale che tutto il resto scompare”, chiarisce Masi.

Leggi anche → Domino’s: la pizza a domicilio la consegna un robot

Exit mobile version